Mazzorbo, l’isola collegata a Burano da un ponte

Mazzorbo è una delle isole di Venezia situata a nord-est in quel frastagliato insieme di lembi di terra che formano anche Burano e Torcello. Proprio con la più famosa isola di Burano, Mazzorbo è collegata attraverso un ponte, detto dai veneziani “Ponte Lungo”.

Mazzorbo isola
Le colorate casette di Mazzorbo – Foto di Olivier Guittard

È raggiungibile facilmente tramite vaporetto ACTV con biglietto singolo o giornaliero che puoi acquistare online. Al termine di questa guida troverai tutte le informazioni su dove e quale vaporetto prendere per arrivare a Mazzorbo.

Biglietto Vaporetto ACTV
Usa il tuo cellulare – Cancellazione gratuita fino a 24 ore prima

da 7,50 € a persona

Prenota ora

L’isola di Mazzorbo ha delle caratteristiche che la rendono decisamente unica in tutta la laguna: una forma allungata e un paesaggio più rurale che cittadino. Nonostante sia collegata da un ponte alla più popolata e frequentata Burano, Mazzorbo è generalmente un po’ ignorata dai turisti.

In questo caratteristico paesaggio, l’aria salmastra della salsedine della laguna ha impregnato ogni cosa tanto che le coltivazioni più caratteristiche sono le “castraure di Mazzorbo“, un carciofo spinoso e dalla forma allungata il sui sapore amarognolo viene esaltato dalla salinità marina.

Mazzorbo, l’isola dimenticata

Questa ambientazione rurale e molto scenografica si poggia su un passato glorioso, molto simile quindi alla vicina isola di Torcello. Attorno all’anno mille, infatti, prima ancora che il centro di Venezia venisse popolato e divenisse il centro del potere di tutto il nord est Italia, Mazzorbo era considerata uno dei principali riferimenti sociali ed economici.

Mazzorbo Burano
Mazzorbo – Foto di Michele Solmi

Si pensa che la prima comunità locale venne fondata addirittura nel 640 d.C. in una posizione privilegiata e poco attaccabile dalle invasioni barbariche.

Il nome stesso deriva dalla deformazione del nome Maggior Borgo, proprio per la sua importanza sociale e religiosa. All’epoca l’isola era infatti piena di mulini, palazzi signorili ed erano presenti addirittura dieci chiese e cinque conventi. Con i secoli e con la dominazione napoleonica, tutto è stato cancellato e resta solo la caratteristica Chiesa di Santa Caterina.

Cosa vedere a Mazzorbo

Non ti diamo una meta particolare da vedere: goditi l’atmosfera e la tranquillità di questo lungo lembo di terra così ricco di storia. Sulle rive spiccano edifici colorati, ma dall’aria molto più antica di quelli che puoi trovare nella più celebre Burano.

Tutto intorno a te troverai campi coltivati, reti da pesca, lo splendido paesaggio della laguna e più un generale un’atmosfera più tranquilla e lenta, lontano dal trambusto turistico di Venezia. Un angolo incantato in cui regna la pace.

La Chiesa di Santa Caterina

Uno dei luoghi più interessanti da visitare a Mazzorbo è senza dubbio la Chiesa di Santa Caterina che, secondo alcuni documenti storici, risalirebbe all’anno 783 e già nel 1300 esisteva il monastero delle benedettine. Dal XV secolo la chiesa e l’attiguo monastero caddero in rovina fino all’anno 1712, quando il veneziano Pietro Tabacco fece ricostruire la chiesa con i soldi delle elemosine dei fedeli, dedicandola a Maria Vergine Santissima.

Mazzorbo cosa vedere
La Chiesa di Mazzorbo – Foto di Paul & Mike

La Chiesa ospita ancora oggi le spoglie dei Santi Mario e Adriano, martiri rinvenuti nelle catacombe romane e di alcuni bambini uccisi a Betlemme. Il suo caratteristico campanile inclinato è uno dei più antichi di tutta Venezia, mentre lo stile della Chiesa si confonde facilmente con gli edifici residenziali limitrofi.

Carciofi e vino – le tipicità locali

Oltre alle castraure di cui abbiamo già parlato e di cui i veneziani autentici vanno fieri, su questa piccola isola rurale è presente la tenuta Venissa che coltiva un vitigno autoctono antichissimo: l’uva Dorona. Il vino bianco e rosso prodotti sono un’eccellenza davvero per pochi, vista la produzione molto limitata.

Mazzorbo - tenuta Venissa
La tenuta Venissa a Mazzorbo – Foto dal sito ufficiale della tenuta

L’ingresso alla tenuta è libero e oltre ai vari orti che vendono specificità locali, è presente anche un ristorante stellato Michelin. Tutta la tenuta è circondato da mura medievali intatte e che conservano il fascino del luogo.

Tra presente e futuro

Fino agli anni ’80 l’isola si stava progressivamente svuotando. Le politiche giovanili degli ultimi 20-30 anni, le residenze popolari messe a disposizione stanno lentamente ripopolando l’isola che oggi conta circa 350 abitanti.

L’isola di Mazzorbetto

Poco più a Nord di Mazzorbo c’è Mazzorbetto che, nonostante il suo nome, ha un’estensione superiore rispetto alla prima. Non è raggiungibile se non tramite imbarcazioni private e ospita oggi alcune ville private. Una di queste apparteneva a Giacomo Girolamo Casanova, diplomatico, scrittore e “avventuriero” vissuto durante il periodo della Repubblica della Serenissima. Fu proprio lui, secondo la leggenda, l’unico a sopravvivere e a fuggire dalle terribili Prigioni dei Piombi di Palazzo Ducale.

Dei tanti edifici storici purtroppo oggi ne restano davvero pochi, anche a seguito dei tanti allagamenti della laguna nella parte nord dell’isola. Resta quello che viene definito il Forte di Mazzorbo nella parte orientale e abbandonato fino all’inizio degli anni ’80. Il resto dell’isola Mazzorbetto, anche se quasi completamente disabitata, è coltivata con degli orti privati.

Come arrivare a Mazzorbo

I mezzi da prendere sono gli stessi per arrivare a Murano e Burano. Si può partire da Piazzale Roma D prendendo la linea 4,2 ACTV e una volta arrivati a Murano (fermata Murano Faro) si può prendere la linea 12 ACTV con fermata Mazzorbo.

ACQUISTA ONLINE IL TICKET DEL VAPORETTO

Esistono anche dei ticket unici che ti portano a fare il giro delle isole con un’unica imbarcazione. Il tour dura 6 ore e in mezza giornata ti permette di visitare le isole principali della laguna veneziana. Da Burano puoi poi recarti direttamente a piedi a visitare Mazzorbo attraversando il famoso “Ponte Lungo”

Mazzorbo come arrivare
Gita di 1 giorno a Murano, Burano e Torcello
Tour di 6 ore – Cancellazione gratuita fino a 24 ore prima

da 25,00 € a persona

Prenota ora



Commenta anche tu questa esperienza