Venezia a novembre: 10 cose da fare e vedere

Visitare Venezia a novembre è un’esperienza suggestiva, adatta a chi non ama immergersi in bagni di folla ma vuole scoprire in tutta calma l’anima affascinante e a tratti malinconica, di questa città lagunare unica nel suo genere.

In questa guida parleremo dei motivi per cui vale la pena recarsi a Venezia nella stagione autunnale, proponendo 10 cose da vedere e da fare in novembre e dando qualche suggerimento pratico per rendere la visita ancora più piacevole.

Venezia a Novembre
Novembre a Venezia – Foto di Heinz-Jürgen Schrader
Tour storico di Venezia a piedi
Passeggiata con guida sui luoghi più caratteristici della città
(★★★★ 4,2/5 + di 30 recensioni)

22,00 € a persona

Prenota ora

Perché visitare Venezia a novembre?

Minori flussi turistici

In estate esplorare Venezia può essere davvero faticoso a causa delle frotte di turisti, non sempre educati, che si riversano in ogni angolo della città e che rendono difficile godere delle sue bellezze.

Meteo e temperatura

È vero che novembre a Venezia può essere un mese abbastanza piovoso e nebbioso, ma è anche certo che le temperature sono ancora abbastanza miti. La possibilità di visitare la città senza boccheggiare per l’afa è un plus da non sottovalutare, basta organizzarsi nel modo giusto come indicheremo più avanti. Stesso discorso vale per il fenomeno dell’acqua alta che, con un po’ di spirito di adattamento, può trasformarsi in qualcosa di unico, da godere e da raccontare.

Atmosfera e mood autunnale

Proprio il fatto che Venezia nel periodo autunnale possa trovarsi a volte immersa qualche ora nella nebbia, rende la sua scoperta ancora più emozionante. L’atmosfera magica e un po’ spettrale che si crea nelle sue calli durante un giorno o una serata di nebbia è qualcosa di indescrivibile, che si può solo vivere. Inoltre il fatto che il tramonto sia anticipato rispetto alla stagione estiva, regala la possibilità di assistere a questo spettacolo di colori anche a chi decide di visitare Venezia in un giorno, magari dal Ponte dell’Accademia o dalla Riva degli Schiavoni, due tra i posti migliori per farlo.

Attrazioni al chiuso

Tra chiese, gallerie, palazzi, musei e mostre, Venezia a novembre offre davvero tantissime occasioni per esplorare luoghi al chiuso. Quindi, anche in caso di meteo particolarmente inclemente, non ci sarà certo il rischio di annoiarsi o restare bloccati in hotel. Inoltre, il fatto che novembre sia un mese tranquillo, permette di visitare tutti questi punti di interesse in modo rilassato e approfondito.

Natale in arrivo

Dalla seconda metà di novembre, Venezia inizia ad illuminarsi con le luminarie natalizie. Forse è un po’ presto per respirare l’atmosfera dei mercatini e del Natale a Venezia, ma i prezzi sono molto più bassi rispetto al periodo festivo.

Cosa fare e cosa vedere a Venezia in novembre: ecco 10 proposte

1. Scoprire il Palazzo Ducale, la Basilica e il Campanile di San Marco sotto un altro punto di vista

Visitare a novembre i monumenti simbolo di Venezia non ha prezzo, in quanto questi frequentatissimi luoghi, in autunno diventano decisamente più accessibili, senza code esagerate per entrare e con la possibilità di poter veramente apprezzare il loro inestimabile valore storico e artistico.

Novembre a Venezia
Tour a piedi con ingresso salta la fila
Guida professionale con ingresso in Basilica e Palazzo Ducale
(★★★★ 4,5/5 + di 40 recensioni)

22,00 € a persona

Prenota ora

Sarà così possibile, in tutta tranquillità, ammirare i meravigliosi mosaici e la Pala d’Oro della Basilica di San Marco, stupirsi di fronte alla sontuosità dell’Appartamento del Doge ed emozionarsi sul Ponte dei Sospiri e nelle Prigioni durante la visita a Palazzo Ducale, salire i 98,6 metri del Campanile di San Marco e contemplare la grandiosità di Venezia nella soffusa luce autunnale.

2. Fare un Bacaro Tour, bevendo e mangiando a volontà

Ecco un’attività molto apprezzata da veneziani e turisti, particolarmente adatta durante la stagione autunnale per riscaldarsi e affrontare più volentieri le lunghe passeggiate a piedi alla scoperta di Venezia: sostare nei vari Bacari, osterie tradizionali sparse in tutta la città.

Tour dei Bacari di Venezia
Un’avventura culinaria tra le più tradizionali osterie veneziane alla ricerca del piatto e del vino migliore.
(★★★★★ + di 300 recensioni)

Da  85,00 € a persona

Prenota ora

In questi locali spartani è possibile bere l’ombra de vin, il vino della casa, gustando assieme i cicchetti veneziani, cioè degli stuzzichini tradizionali che ricordano le tapas spagnole. L’orario classico per un Bacaro Tour è quello dell’aperitivo, ammirando nel frattempo il tramonto da varie prospettive, ma a novembre può essere una bella idea quella di recarsi in un Bacaro durante l’ora di pranzo per godersi un piccolo pasto e le chiacchiere degli avventori locali.

3. Visitare la Biennale di Venezia: mostre di Arte e di Architettura

Questa storica rassegna di interesse mondiale chiude tradizionalmente i battenti verso la fine di novembre, quindi l’occasione per visitarla è davvero da non perdere.

La mostra di Arte e quella di Architettura si avvicendano annualmente e offrono l’opportunità di ammirare opere d’arte e installazioni di respiro nazionale e internazionale nelle due sedi principali, e cioè, nei Giardini della Biennale e negli spazi espositivi dell’Arsenale di Venezia.

Oltre a questo, sono previsti anche diversi eventi collaterali che si tengono in vari luoghi della città e della laguna. Per informarsi meglio sui vari appuntamenti, consigliamo di consultare il completissimo sito on line della Biennale di Venezia.

4. Partecipare a una festa religiosa

Se si teme che Venezia a novembre possa essere troppo tranquilla e si sente il bisogno di assistere a qualcosa che riempia di vita la città anche in questa stagione, la cosa migliore è essere presente durante la Festa della Madonna della Salute, il 21 novembre.

Eventi Venezia novembre
21 Novembre, Venezia – Festa della Madonna della Salute – Foto di Rachael McDiarmid

Questa festa ha origine da un voto fatto nel 1630, durante l’epidemia di peste che decimò almeno un quarto della popolazione di Venezia. Le autorità organizzarono una processione e promisero di costruire una chiesa in caso di regressione dell’epidemia, cosa che avvenne.

Fu quindi eretta la splendida Basilica barocca di S. Maria della Salute e da allora ogni novembre si festeggia con una giornata dedicata a cerimonie liturgiche e a intrattenimenti popolari. Molto suggestivo è attraversare il ponte di legno provvisorio eretto ogni anno sul Canal Grande per raggiungere la Basilica.

5. Immergersi in un centro commerciale davvero speciale

Anche Venezia ha da qualche anno un suo centro commerciale, ma ovviamente non poteva che essere qualcosa di molto particolare. Il Fondaco dei Tedeschi è un antico palazzo più volte rimaneggiato e portato al suo originale splendore grazie ad un progetto commerciale che vede ospitare nei suoi spazi brand di lusso ed eccellenze locali.

Visitare questo palazzo durante un soggiorno autunnale a Venezia è una splendida idea, sia in previsione delle festività di dicembre e dei regali natalizi, che semplicemente per sognare un po’ a occhi aperti. Degna di nota anche la bellissima terrazza.

6. Visitare l’Isola di San Michele e il Cimitero Monumentale

Nel mese dedicato ai defunti, visitare l’Isola di San Michele e il suo Cimitero Monumentale, è un modo per ammirare dei tesori d’arte riflettendo sul senso della vita in un’atmosfera raccolta e dal fascino senza tempo.

Raggiungibile da Venezia con il vaporetto, l’Isola ospita la bella Chiesa di San Michele e appunto il Cimitero Monumentale, voluto da Napoleone al fine di evitare sepolture cittadine in chiese o altri luoghi popolati. In questo ampio camposanto riposano molti illustri cittadini e stranieri come il compositore Igor Stravinsky, l’attrice Lauretta Masiero, il poeta Ezra Pound e lo psichiatra Franco Basaglia.

Acquista i ticket del vaporetto online e salta la coda

7. Esplorare il sestiere Cannaregio

Tra i sestieri – o quartieri – di Venezia, Cannaregio è il più grande e ben si presta per una tranquilla passeggiata autunnale, magari approfittando per fare shopping prenatalizio nella calle di Strada Nova.

Cannaregio ospita anche il Ghetto Ebraico, con le sue antiche costruzioni alte anche 8 piani per permettere agli ebrei del tempo – lì confinati – di avere un’abitazione, le 5 Sinagoghe, il suggestivo Cimitero e le tante attività artigianali presenti.

Altri luoghi interessanti di questo sestiere sono il bel Ponte delle Guglie e la casa di Tintoretto.

8. Andare per musei e mostre

Venezia ospita molti musei ed entrare nel tepore di uno di questi per ammirare stupende opere d’arte può essere un’opzione molto gradita, soprattutto la prima domenica del mese, quando questi musei hanno l’ingresso gratuito. E’ anche possibile visitare varie mostre a novembre, informandosi su quali siano in corso sui siti istituzionali.

Peggy Guggenheum Venezia

Tra i musei più interessanti ricordiamo: le Gallerie dell’Accademia con un’immensa collezione di pittura veneta, la Biblioteca Nazionale Marciana con il suo patrimonio librario composto da migliaia di volumi e manoscritti, la Peggy Guggenheim Collection che ospita opere di arte moderna di inestimabile valore.

9. Scoprire una vetreria sull’Isola di Murano

L’Isola di Murano è famosa per le sue produzioni in vetro soffiato. Può quindi essere interessante andare a conoscere come nascono questi piccoli capolavori e, magari, fare qualche acquisto in vista delle festività natalizie.

Visita vetreria murano

Ci sono varie vetrerie che offrono dimostrazioni pratiche di come si producono i manufatti in vetro. Una tra le più interessanti è sicuramente la Cathedral Glass per la sua location suggestiva nell’ex chiesa di Santa Chiara. Davvero da non perdere.

Scopri come arrivare a Murano

10. Andare alla ricerca di luoghi grotteschi e insoliti

Questa attività ben si presta ad essere fatta con i bambini, magari nel ponte del 1 novembre, complice la festa di Halloween.

Si può andare a Calle Varisco, nel sestiere Cannaregio, la calle più stretta della città con i suoi 53 cm. Una leggenda narra che se un assassino passasse da questo vicolo, i muri si stringerebbero ancora di più, stritolandolo.

Un altro posto curioso e magico è la Libreria Acqua Alta, ubicata nel sestiere Castello, un negozio surreale pieno zeppo di libri sistemati in maniera particolare e abitato da bellissimi gatti.

Un ultimo luogo davvero insolito si trova nel sestiere Dorsoduro e si tratta dello Squero San Trovaso, uno degli ultimi cantieri di costruzione e manutenzione della gondola, la caratteristica imbarcazione veneziana. Questa curiosa casetta di legno può anche essere visitata su richiesta.

Suggerimenti utili per esplorare Venezia a novembre

Chiudiamo questa guida con qualche suggerimento pratico per chi vuole visitare Venezia a novembre.

Come vestirsi a novembre a Venezia?

In considerazione del fatto che novembre è un mese che può riservare molte sorprese climatiche, la soluzione migliore è quella di vestirsi “a cipolla”, con strati che permettano di adeguarsi a temperature e umidità variabili. Di sicuro quello che serve è una giacca impermeabile, un ombrello portatile, se si vuole anche un cappello, e scarpe comode e a prova di pioggia.

Acqua alta e Venezia a novembre

Come prepararsi al fenomeno dell’acqua alta? Come detto, questo fenomeno naturale crea un certo disagio, ma è anche un’esperienza davvero speciale da vivere. Per essere certi di non avere problemi, meglio procurarsi degli stivali di gomma, oltre che indossare capi impermeabili e fare attenzione camminando su passerelle, vicino ai canali e su superfici scivolose. Per tenere sotto controllo l’andamento dell’acqua alta è possibile fare riferimento al sito del Centro Maree della Città di Venezia.

Consigli su dove soggiornare a novembre a Venezia

Consigli per soggiornare a Venezia? Pur essendo novembre un periodo tranquillo, stiamo sempre parlando di una città ad alta vocazione turistica, quindi è meglio prenotare Hotel o B&B con un certo anticipo, avendo la certezza di poter usufruire di prezzi più bassi rispetto ad altri periodi dell’anno.

Ecco la nostra guida per poter scegliere i più bei luoghi per dormire a Venezia senza spendere tanto.

Vai alla lista di Hotel e B&B

Commenta anche tu questa esperienza