Il trono di Attila a Torcello, la leggenda

Ci troviamo a Torcello, una delle più caratteristiche e suggestive isole di Venezia, con una storia lunga e ricca di leggende. Sembra infatti che, durante le invasioni barbariche, buona parte degli abitanti dell’antica città di Altino si siano trasferiti su questa piccola isola in cerca di riparo.

Nasce proprio in questo periodo la leggenda del trono di Attila, una seduta in pietra che ancora oggi è visibile accanto alla Basilica di Santa Maria Assunta.

Trono di Attila leggenda

La leggenda del trono di Attila

Sembra che il terribile re degli Unni si sia fermato proprio a Torcello e, dover conquistato l’isola, si sia fatto scolpire questo semplice ma robusto trono in pietra per poter governare temporaneamente il territorio. Ancora oggi sono facilmente riconoscibili i braccioli, la seduta e lo schienale.

Cosa dicono le fonti storiche

Sono state eseguite delle analisi specifiche su quest’antica scultura che risale proprio al V secolo d.C., quindi il periodo è lo stesso in cui visse Attila, che però non arrivò mai a Torcello. Il feroce re barbaro, però, fermò le sue razzie ad Aquileia, importante avamposto dell’Impero Romano d’Occidente.

Famoso fu infatti il sacco di Aquileia, nel 452 d.C., una conquista unna maturata dopo un assedio che secondo la leggenda durò tre anni. A Torcello però, il re degli Unni, non arrivò mai. Quello che noi conosciamo oggi come il Trono di Attila veniva utilizzato dal Magister Militum di Bisanzio – l’impero Romano d’Oriente – durante le riunioni del popolo.

La leggenda minore

Sembra che il trono di Attila porti felicità e fertilità a tutte le donne che vogliano avere un figlio. La leggenda narra infatti è sufficiente per una ragazza sedersi su questo trono in pietra per restare incinte entro 1 anno.

Trono di Attila Torcello
Il trono di Attile e il campanile della Basilica – foto di Anna Martini

Cosa vedere nei dintorni

L’isola, abitata oggi da poche decine di abitanti, conserva ancora oggi quell’aspetto selvaggio che così fragorosamente stona con la maestosità degli edifici del centro storico di Venezia.

E’ proprio per questo che consigliamo una piccola passeggiata, con calma, per assaporare quell’atmosfera di tranquillità e di armonia che caratterizza il paesaggio della laguna veneta. Fu proprio passeggiando per queste piccole stradine che Ernest Hemingway trovò l’ispirazione per il suo romanzo Across The River and Into The Trees.

Nei dintorni consigliamo di vedere ovviamente la Basilica di Santa Maria Assunta, con il suo stupendo stile bizantino, le piccole casette che si affacciano direttamente sulla laguna e l’antico ponte del diavolo, che secondo la leggenda venne costruito dal demonio in persona in una sola notte!

Stai cercando idee per visitare Torcello o le principali isole della laguna? Prova un’escursione di mezza giornata in barca partendo da Venezia.

Isole di Venezia – tour in barca
Conferma immediata – Guida turistica inclusa – Cancellazione gratuita fino a 24 ore prima

20 € a persona

Prenota ora

A proposito del trono di Attila

Sull’isola puoi trovare un ottimo ristorante a base di pesce che si chiama proprio Al Trono di Attila (qui il sito internet del ristorante). In una posizione invidiabile, viste anche le piccole dimensioni dell’isola, consigliamo sempre di prenotare prima.

Tour ed esperienze consigliate

Commenta anche tu questa esperienza